Cos’è la Metamedicina?

Ciò che noi chiamiamo malattia è la fase terminale di un disturbo molto più profondo e per assicurare un successo completo al trattamento è evidente che non basterà curare la sola conseguenza senza risalire alla causa fondamentale, che dovrà essere eliminata”   Dr. Edouard Bach

Il termine Metamedicina è formato dal prefisso greco “Meta” che significa andare al di là…

La Medicina e la Metamedicina, scrive Claudia Rainville, ideatrice del metodo, possono essere paragonate ad un iceberg.

La Medicina si occupa della parte emergente poichè prende in considerazione i sintomi che affliggono l’organismo umano. Essa interviene nelle manifestazioni coscienti, misurabili e oggettive per correggere l’anomalia, con farmaci, trattamenti o interventi chirurgici.

La Metamedicina si occupa invece della parte sommersa che corrisponde allo sconosciuto, all’ignoto, per tentare di scoprire qual’è l’evento, vissuto o sperimentato della persona, che ha dato origine al sintomo che la affligge. La Metamedicina non fa diagnosi, non prescrive farmaci, nè alcun tipo di trattamento. Essa agisce sulla sfera emozionale, aiutando il soggetto a liberarsi delle emozioni che lo fanno star male e che, spesso, danno origine a disturbi psicosomatici. La Medicina classica, non stenta a riconoscere che l’80% delle malattie sono di origine psicosomatica, ed è appunto sull’aspetto psicosomatico della malattia che interviene la Metamedicina.

“Se sei malato, scopri innanzitutto che cosa hai fatto per diventarlo”  Ippocrate

http://www.metamedicina.com/It/INDEX.htm

Cos’è la Metamedicina?ultima modifica: 2007-11-30T16:35:00+00:00da 66ninita
Reposta per primo quest’articolo